Archivi tag: Michelangelo

Michelangelo, l’infinito del fine

Quando l’uomo e il divino si incontrano nasce il genio. Michelangelo nella sua vita è riuscito a dare materia allo spirito. In questa puntata di StArt parleremo della potenza della creazione di Michelangiolo.

Continua a leggere Michelangelo, l’infinito del fine

Annunci

21 giugno: oggi ci lasciava Sebastiano del Piombo

Oggi moriva Sebastiano Luciani, noto a tutti come Sebastiano del Piombo (Venezia, 1485 – Roma, 21 giugno 1547), il pittore che raccoglie l’eredità di Giorgione e la passa a Tiziano per venire a Roma e dipingere insieme a Michelangelo.Sebastiano del Piombo, Il violinista (Autoritratto), 1518

Gli storici passati che hanno scritto il ritratto di questo artista lo descrivono come un pittore lento e dissoluto, addirittura c’è chi, come Luigi Lanzi nel 1808, si sbilancia nel dire che “fosse aiutato nell’invenzione”.

Continua a leggere 21 giugno: oggi ci lasciava Sebastiano del Piombo

Prima di prima

E se andassimo avanti guardandoci alle spalle. Sappiamo che rischiamo di fare un brutto incidente o trasformarci in statue di sale. In ogni caso nella Storia dell’Arte c’è chi ha deciso di non seguire i buoni consigli. Col senno di poi possiamo dire che ha fatto bene. Oggi a Quello di Arte Blog Radio Podcast parleremo di Primitivismo.

Continua a leggere Prima di prima

Dormire all’aperto.

Raffaello, Allegoria

I sogni si fanno sempre, basta chiudere gli occhi. A volte si fanno anche ad occhi aperti. Dormire all’aperto è una scelta coraggiosa ma carica di fiducia perché si affida al mondo il proprio corpo inerme. Così com’è arrendevole il corpo lo è anche lo spirito che, come una spugna, assorbe tutta l’energia dell’universo.
Insomma, in un sonno all’aperto può succedere di tutto anche che arrivi un pittore e che ti ritragga; la Minimostra di questa settimana è dedicata ai sogni che si fanno all’aria aperta.

Buona visione, e non addormentatevi nel frattempo.

Continua a leggere Dormire all’aperto.

Autoritratti in brutte posizioni

Caravaggio, DavidQuando si tratta di mettersi in situazioni no moltoraccomandabili, gli artisti hanno una corposa fantasia. Caravaggio e Allori non mancano di staccarsi la testa. Michelangelo si spella e diventa pelle del santo. Goya si ritrae col suo medico e Böcklin in compagnia della morte. Forse quello che si è risparmiato è stato Tintoretto, interpreteuno schiavo che stava per essere martirizzato e reso invulnerabile da San Marco.

Buona visione.

Continua a leggere Autoritratti in brutte posizioni