Van Gogh, Campo di Grano

Postimpressionismo

Periodo: 1886 – 1905

Dove: Francia con tendenze in Italia

Eventi storici da ricordare:

  • 1839. Michel Eugène Chevreul pubblica i suoi studi esponendo i principi del contrasto simultaneo.
  • 1880. Tahiti diventa colonia francese.
  • 1886. Ultima mostra impressionista.
  • 1905. Prima mostra dei Fauves al Salon d’Automne di Parigi, inizio delle avanguardie storiche.

Ricerca estetica:

  • Distacco dalle tematiche borghesi e cittadine dell’impressionismo.
  • Trasformazione delle forme naturali e tendenza verso un’interpretazione della realtà in direzione espressionista (Van Gogh).
  • Mantenimento dei colori naturali, in alcuni casi si intensificano le tonalità dei soggetti (Gaguin).
  • Reinterpretazione dello spazio prospettico e delle forme in geometrie semplici (Cezanne, Seurat).

Tecniche:

  • Divisionismo, puntinismo. Derivano dalle teorie di Chevreul che studiano l’effetto di reciproca intensificazione delle tinte che si ottiene dall’accostamento di colori complementari.
  • Cloisonnisme. É la linea che demarca il confine dei colori rendendo il quadro più simile a una vetrata di una cattedrale. (Gauguin).
  • Pittura materica e spatolata (Van Gogh).

Opere di riferimento:

Bibliografia:

  • Alfredo da Paz, L’ età postimpressionista. Scienza, soggettività e simbolo da Seurat a Klimt, Liguori 2003
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

La Storia dell'Arte non è mai stata così semplice!

Nea: NuovaEcologiaArtistica

Un blog di Arte per l'arte contemporanea. Con-Tempo-Ra-Nea: con il tempo il sole sarà nuovo.

Storia di un impiegato

Se fossi stato al vostro posto, ma al vostro posto non ci so stare.

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

carpediem61blog

Carpe diem, quam minimum credula postero

fattixarte

FATTI X ARTE O ARTE X FATTI?

www.quellodiarte.com

La Storia dell'Arte non è mai stata così semplice!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: