Oppenheim, Position for a Second Degree burn

Body-art

Periodo: Dagli anni ’70 del XX secolo.

Dove: Vienna, New York, Parigi.

Eventi storici da ricordare:

  • 1970. Sviluppo del movimento dell’azionismo viennese.
  • 1974. Inaugurazione della mostra L’Art corporel a Parigi presso l Galerie Stadler.

Ricerca estetica:

  • Origine nel Dada e nel Surrealismo.
  • Utilizzare il corpo come mezzo espressivo.
  • Il corpo è il luogo dell’arte. Tutto o anche solo una frazione di esso.
  • Tipologie performative:
    • rituale, con finalità mistiche e sacralizzanti.
    • di compito, attraverso la ripetizione di azioni fisiche semplici e comuni.
    • di azione, esecuzione di un gesto affermativo dell’artista.
  • Autolesinismo, sadismo, masochismo, atteggamenti violenti.

Tecniche:

  • Performance.
  • Happening.
  • Body Painting e travestitismo.
  • Documentazione.

Opere:

Oppenheim, Position for a Second Degree burn
Dennis Oppenheim, Position for a Second Degree burn, 1970. Musée National d’Art Moderne, Centre Georges Pompidou, Parigi.

Bibliografia:
Gillo Dorfles, La Body Art. 1985, Fabbri.

Annunci

La Storia dell'Arte non è mai stata così semplice!

Nea: NuovaEcologiaArtistica

Un blog di Arte per l'arte contemporanea. Con-Tempo-Ra-Nea: con il tempo il sole sarà nuovo.

Storia di un impiegato

Se fossi stato al vostro posto, ma al vostro posto non ci so stare.

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

carpediem61blog

Carpe diem, quam minimum credula postero

fattixarte

FATTI X ARTE O ARTE X FATTI?

www.quellodiarte.com

La Storia dell'Arte non è mai stata così semplice!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: