Archivi tag: pittori del XIX secolo

Il paesaggio ai tempi di Jean-Baptiste Camille Corot

Jean-Baptiste-Camille CorotCon più di tremila quadri dipinti Jean-Baptiste Camille Corot (Parigi, 16 luglio 1796 – Parigi, 22 febbraio 1875) è tra i più importanti paesaggisti paesaggisti della storia dell’arte. È l’artista di riferimento della scuola di Barbizon e sarà  di impulso alla nascita dell’impressionismo con la valorizzazione della pittura en plein air.

Continua a leggere Il paesaggio ai tempi di Jean-Baptiste Camille Corot

Annunci

La forma, l’oro e il colore di Klimt

Gustav KlimtIn Egitto il pittore decorava gli ambienti destinati al faraone. In Roma antica, il pittore e il mosaicista, decoravano le stanze delle case patrizie. Nell arte paleocristiana e bizantina il mosaicista decorava le pareti della chiesa. Nel medioevo l’iconista rappresentava il divino su paesaggi dorati. Nel tardo gotico il pittore decorava gli ambienti dell signorie. Gustav Klimt (Baumgarten, 14 luglio 1862 – Vienna, 6 febbraio 1918) tra la fine dell’ottocento e l’inizio del novecento fa tutto questo.

Continua a leggere La forma, l’oro e il colore di Klimt

Un Gigante di nome Giacinto

Giacinto GigantePausilypon significa «tregua dal pericolo» o «che fa cessare il dolore» ed è il nome che diedero gli antichi greci alla collina vicino Napoli, limite nord del golfo, dalla quale si poteva ammirare una veduta talmente bella da far passare tutte le angosce. In questo paesaggio mitico, dipinge Giacinto Gigante (Napoli, 11 luglio 1806 – Napoli, 29 settembre 1876).

Continua a leggere Un Gigante di nome Giacinto

Friedrich Overbeck. Il nazareno che veniva da Vienna.

Johann Friedrich Overbeck, Autoritratto con la moglie e il figlio Sohn Alfons, 1830L’accademia Prussiana non doveva essere un posto accogliente per manifestare la propria creatività. Nei primi anni del secolo che si concluderà con la secessione viennese, Johann Friedrich Overbeck (Lubecca, 3 luglio 1789 – Roma, 12 novembre 1869), giovanissimo, già si sentiva stretto nella divisa dell’accademismo, così abbandonò Vienna per venire a vivere l’arte in Italia e dipingere a Roma i suoi capolavori.

Continua a leggere Friedrich Overbeck. Il nazareno che veniva da Vienna.