Archivi tag: pittori tedeschi

Il pittoresco e il sublime

La natura ha una doppia faccia. Alcune volte permette all’essere umano di vivere serenamente in se, altre volte lo tormenta. Ma attenzione è solo la nostra percezione, o meglio, è la percezione del Romanticismo. Oggi parliamo di pittoresco e sublime.

Continua a leggere Il pittoresco e il sublime

Nella mente del simbolista

In questa puntata di StArt faremo un viaggio oltre la realtà nella mente dell’artista dell’ottocento. Vedremo cose fantastiche, simboli di una identità universale che viene dipinta al limite del reale.

Continua a leggere Nella mente del simbolista

Pittoresco o sublime ma pur sempre paesaggio

Gli artisti romantici, influenzati dallo Sturm und Drang  tedesco, iniziano a considerare la natura come un soggetto autonomo. Il quadro di paesaggio perde il marchio di opera di genere e si carica di nuovi valori e sentimenti. Oggi in StArt vi parlo delle differenze tra pittoresco e sublime nel paesaggio romantico.
Continua a leggere Pittoresco o sublime ma pur sempre paesaggio

Quell’idiota di George Grosz!

Georges Grosz nel 1921C’è un referto medico del 1917 che certifica la condizione di idiota di George Grosz (Berlino, 26 luglio 1893 – Berlino, 6 luglio 1959).  Nel 1917, quando aveva ventiquattro anni, Grosz era ricoverato nell’ospedale militare di Guben e in uno scatto d’ira aggredì un sergente maggiore che ovviamente andò su tutte le furie. Ci volle l’intervento di un suo amico molto  influente che lo fece sottoporre a una visita psichiatrica da cui risultò “idiota”, salvandolo dalla dovuta fucilazione. Questa non fu l’unica volta.Qualche anno dopo Max Ernst gratifica Grosz come idiota eminente esternando il malessere di vedere la declinazione espressionista che stavano seguendo i Dadaisti di Berlino e di Colonia.  Continua a leggere Quell’idiota di George Grosz!