Archivi tag: espressionismo

Dal Liberty alla Transavanguardia

La sesta compilation di Quello di Arte vi racconta il Novecento. Dal Liberty fino alla Transavangurdia. Il giardino della modernità dove accade una Storia dell’Arte fluida, in continuo cambiamento.

Continua a leggere Dal Liberty alla Transavanguardia

L’espressionismo contro la società

L’espressionismo parla tedesco e racconta un mondo difficile e faticoso, fatto di grida, maschere e tele segnate da pennellate faticose e violente che diventa una critca spietata alla declino della società tedesca.

Continua a leggere L’espressionismo contro la società

Bestiali Fauves

Fauves significa Belve tanto quanto la loro pittura graffia gli occhi dello spettatore con colori potenti ma completamente svincolati dalla materia. Un’esperienza di pochi anni ma fondamentale per lo sviluppo delle avanguardie.

Continua a leggere Bestiali Fauves

Il cavaliere che divenne astratto

La strada dell’arte in un certo momento rende possibile l’autonomia del colore rispetto alla forma, ai significati. Oggi, in StArt vedremo il passaggio dall’espressionismo tedesco all’astrattismo.

Leggi altro

Una gabbia di “Fauves”

Quando si dice che l’occhio vuole la sua parte a volte potrebbe essere offeso o ferito se gli si offre un quadro fatto da vere e proprie Bestie. In questa puntata di StArt parliamo dei Fauves.

Continua a leggere Una gabbia di “Fauves”

Quell’idiota di George Grosz!

Georges Grosz nel 1921C’è un referto medico del 1917 che certifica la condizione di idiota di George Grosz (Berlino, 26 luglio 1893 – Berlino, 6 luglio 1959).  Nel 1917, quando aveva ventiquattro anni, Grosz era ricoverato nell’ospedale militare di Guben e in uno scatto d’ira aggredì un sergente maggiore che ovviamente andò su tutte le furie. Ci volle l’intervento di un suo amico molto  influente che lo fece sottoporre a una visita psichiatrica da cui risultò “idiota”, salvandolo dalla dovuta fucilazione. Questa non fu l’unica volta.Qualche anno dopo Max Ernst gratifica Grosz come idiota eminente esternando il malessere di vedere la declinazione espressionista che stavano seguendo i Dadaisti di Berlino e di Colonia.  Continua a leggere Quell’idiota di George Grosz!

20 giugno: oggi nasceva Kurt Schwitters