Archivi tag: Klimt

Febbraio, il mese breve ma buono!

Febbraio: scala la classifica del mese un’articolo di Quello di Arte scritto qualche mese fa per giocare ma che, sto constatando, ha suscitato l’interesse di un folto gruppo di amici. Al primo posto nella classifica l’analisi de Il ritratto di Teresa Catellani, se non sapete chi sia questa misteriosa donna leggete e ne sarete piacevolmente divertiti; segue Paolo Uccello e La dolce preospettiva; chiude al terzo posto del podio il Futur-futurismo, un buon modo per festeggiare i 110 anni dalla pubblicazione del primo manifesto.

Continua a leggere Febbraio, il mese breve ma buono!
Annunci

L’età dell’oro di Klimt

Si può passare da Michelangelo all’arte Bizantina? C’è chi ci riesce. Oggi a StArt si parla dell’Art Nouveau nella declinazione Viennese di Gustav Klimt.

Continua a leggere L’età dell’oro di Klimt

La forma, l’oro e il colore di Klimt

Gustav KlimtIn Egitto il pittore decorava gli ambienti destinati al faraone. In Roma antica, il pittore e il mosaicista, decoravano le stanze delle case patrizie. Nell arte paleocristiana e bizantina il mosaicista decorava le pareti della chiesa. Nel medioevo l’iconista rappresentava il divino su paesaggi dorati. Nel tardo gotico il pittore decorava gli ambienti dell signorie. Gustav Klimt (Baumgarten, 14 luglio 1862 – Vienna, 6 febbraio 1918) tra la fine dell’ottocento e l’inizio del novecento fa tutto questo.

Continua a leggere La forma, l’oro e il colore di Klimt

Prima di prima

E se andassimo avanti guardandoci alle spalle. Sappiamo che rischiamo di fare un brutto incidente o trasformarci in statue di sale. In ogni caso nella Storia dell’Arte c’è chi ha deciso di non seguire i buoni consigli. Col senno di poi possiamo dire che ha fatto bene. Oggi a Quello di Arte Blog Radio Podcast parleremo di Primitivismo.

Continua a leggere Prima di prima

Gustav Klimt. Ritratto di Adele Bloch-Beuer

Il bello di mettere insieme tutto quel che è bello.

Gustav Klimt, Ritratto di Adele Bloch-Beuer
Gustav Klimt, Ritratto di Adele Bloch-Beuer, 1907,
olio su tela, 138x138cm, Neue Galerie, New York City

Che sia bella non ci sono dubbi, la moglie dell’industriale Ferdinand Bloch-Bauer produttore di zucchero nella Praga di fine ottocento. É bella al punto che Gustav Klimt mette in “coro” la potenza dell’arte facendo in pittura quella che poi è l’idea degli artisti della Secessione Viennese: il Gesamtkunstwerk, l’opera d’arte totale. Anche se il primo che parla di questo concetto è il filosofo tedesco K.F.E. Trahndorff, chi gli da vero slancio é il musicista tedesco Richard Wagner nei suoi saggi “Arte e rivoluzione”, in “L’opera d’arte dell’avvenire” e in “Opera e dramma”: la musica, il teatro, la danza e le arti figurative contribuiscono entrando in una perfetta sintesi tra loro.

Continua a leggere Gustav Klimt. Ritratto di Adele Bloch-Beuer