Kurt Schwitters, Copertina di Anna Blume, 1919

Ad Anna Blume

O tu amata dei miei ventisette sensi, io a te
amo! tu di te te a te, io a te, tu a me. – Noi?

Ma questo (detto fra parentesi) non c’entra.

Chi sei tu, innumerevole femmina? Tu sei… sei tu?
– la gente dice, che saresti, – lasciala dire, non
sa come sta in piedi un campanile.

Porti il cappello sui tuoi piedi e cammini sulle
mani, sulle mani tu cammini.

Ehi, i tuoi vestiti rossi, segati in pieghe bianche.

Rossa io amo Anna Blume, rossa, io amo a te! Tu di te te
a te, io a te, tu a me. – Noi?

Questo (detto fra parentesi) sta meglio nella fredda brace.

Rosso fiore, rossa Anna Blume, come dice la gente?

Indovinello: 1. Anna Blume ha un grillo.
2. Anna Blume è rossa.
3. Che colore ha il grillo?

Blu è il colore dei capelli gialli.

Rosso è il tubare del tuo verde grillo.

Tu ragazza schietta nel vestito di casa, tu cara verde bestiola,
io amo a te! – Tu di te a te, io a te, tu a me; – Noi?

Ma questo sta meglio (detto fra parentesi) nella cassetta della brace.

Anna Blume! Anna, a-n-n-a, io sgocciolo il tuo nome. Il tuo
nome gocciola come morbido sego di bue.

Lo sai, Anna, lo sai già?

Ti si può leggere anche da dietro, e tu, tu la più splendida
fra tutte sei da dietro come davanti: “a-n-n-a”;.

Sego di bue gocciola accarezzare sulla mia schiena.
Anna Blume, tu bestiola, gocciolone, io amo a te.


Kurt Schwitters, 1919 (trad. Arturo Schwarz)


Anna Blume, testo originale.
Anna Blume, testo originale.
Annunci

La Storia dell'Arte non è mai stata così semplice!

Nea: NuovaEcologiaArtistica

Un blog di Arte per l'arte contemporanea. Con-Tempo-Ra-Nea: con il tempo il sole sarà nuovo.

Storia di un impiegato

Se fossi stato al vostro posto, ma al vostro posto non ci so stare.

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

carpediem61blog

Carpe diem, quam minimum credula postero

fattixarte

FATTI X ARTE O ARTE X FATTI?

www.quellodiarte.com

La Storia dell'Arte non è mai stata così semplice!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: