Antonio Canova, Teseo e il minotauro, 1781–1783

Cosa s’intende per “nobile semplicità e quieta grandezza”?

Il concetto di “Nobile semplicità e quieta grandezza” è stato formulato da Johann Joachim Winckelmann nel 1755 nei Pensieri sull’imitazione delle opere greche nella pittura e nella scultura.

Winckelmann descrive l’effetto che danno le statue greche come una calma, la stessa calma della superficie del mare, anche se sotto in profondità ci sono le correnti. Questa affermazione sarà il presupposto fondante dell’arte Neoclassica. Nel 1871 Antonio Canova, su questa idea realizza Teseo e il minotauro. 

È la rappresentazione della razionalità: 

  • è l’uomo che ha sconfitto la creatura con la testa (e la mente) animale;
  • c’è l’exemplum virtutis dell’eroe che medita sulla vittoria, e non esulta; 
  • il pathos è azzerato con il racconto di un momento differente dal culmine della vicenda, la lotta. 

Tutto si riconduce al concetto di calma che vince le emozioni.


Quello di Arte, Michelangelo Mammoliti, 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.