Amedeo Modigliani

Modigliani, il principe di Gerusalemme

Nel 1906 Amedeo Modigliani (Livorno, 12 luglio 1884 – Parigi , 24 gennaio 1920) va a vivere a Parigi, a Montmartre al Bateau-Lavoir, un palazzetto con dieci appartamenti al numero 13 di place Émile-Goudeau. All’inizio del novecento Parigi è il centro del mondo delle avanguardie, Montmartre è il quartiere degli artisti e gli artisti vivono al Bateau-Lavoir.

Si chiama École de Paris il gruppo di artisti che hanno fatto da substrato fertile alla nascita delle avanguardie del novecento. Era un gruppo eterogeneo che assorbiva e influenzava i movimenti intellettuali che si stavano consolidando. C’erano Picasso, Chagall, Matisse, Derain, Brancusi e molti altri.

Modigliani arriva a Parigi con la formazione dell’artista macchiaiolo, anche perché nel livornese, da dove proveniva, aveva imparato a dipingere dal pittore Guglielmo Micheli, uno dei più disciplinati allievi di Giovanni Fattori. Entrato nel circolo culturale francese volge i suoi interessi verso lo stile di Lautrec ma viene catturato da Cezanne che gli fa conoscere il primitivismo dell’arte etnica africana. Picasso gli presenta le novità del cubismo. Brancusi lo instrada alla sintesi formale.

In pochi mesi Amedeo si fa riconoscere presentandosi come un grande artista. Amava la bella vita e chi lo conosceva lo aveva cominciato a chiamare il principe di Gerusalemme tanta era la sua vanità che alimentava consumando il denaro familiare che gli  mandava costantemente la madre. Col tempo divenne per tutti il Modì, maledetto, dedito a alcool e hashish ma anche ben voluto sia dai colleghi artisti che dai suoi acquirenti: Gino Severini chiederà consiglio a Modigliani se fosse stato il caso entrare nel gruppo dei futuristi; Leopold Zborowski, scrittore, poeta e mercante d’arte divenne suo principale mecenate e amico.

Nel 1916 conosce Jeanne Hébuterne, una giovane pittrice che diventa la sua compagna. La storia è intensa, passionale e dopo due anni  nasce la prima figlia che si chiamerà come la madre. Purtroppo nel 1920 Amedeo muore per una meningite tubercolare. Jeanne due giorni dopo presa dalla disperazione si suicida gettandosi dalla finestra, era incinta del secondo figlio. La figlia Jeanne che aveva appena venti mesi sarà adottata dalla nonna paterna Eugènie Garsin a Livorno.

La ricerca di Modigliani é sulla figura. Sembrava consapevole che dopo l’avanguardia non ci poteva essere altro che il ritorno all’ordine. Il suo stile perciò è classicista con una fusione sapiente delle suggestioni primitiviste e cubiste. A volte brutale nella tecnica, sempre diretto. Modigliani non ritoccava ed era capace di completare un ritratto in due giorni e molte sue opere, troppo immediate, furono considerate immorali al punto che la prima mostra personale alla Gallerie Berthe Weill fu chiusa dal capo della polizia poche ore dopo l’apertura.

I colori che Modigliani mette sulla tavolozza sono antichi. Il rosso che sembra pompeiano è sempre presente. A volte usa il giallo mediato dall’ocra, non usa mai colori sgargianti, e soprattutto quelli troppo appariscenti di invenzione industriale.

La materia segue il flusso delle idee e si alterna da una stesura corposa a pochi tratti sfregati col pennello asciutto. Nel disegno si distingue la sua inconfondibile maniera che si ritrova nei personaggi allungati, é una verticalizzazione delle forme come fosse addirittura gotica, ulteriormente enfatizzata dal ritratto con gli occhi privi delle iridi e delle pupille. Il ritratto così entra in una condizione metafisica che da un tono sacro alle opere del pittore maledetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...