Nedo Azzini, Ritratto della signora Teresa Catellani, 1975

Il ritratto di Teresa Catellani

Risponderò alla provocazione lanciata sulle pagine di Facebook in merito a questo capolavoro purtroppo sconosciuto a grande maggioranza degli storici dell’arte italiana. Forse è il caso di fermarci un attimo e tributargli la giusta attenzione.

Il ritratto di Teresa Catellani è una celebre scultura di Nedo Azzini (Pistoia, 1921 – Roma, 2004) realizzata nel 1975 in bronzo (resina bronzata). Questa statua si lega al grande filone di ritratti alla madre che dalla seconda metà dell’ottocento diventa una costante nella produzione di tanti artisti che usano il pretesto di un ritratto familiare per interpretare il soggetto in chiave sperimentale.

Ricordiamo due opere magistrali:

Arrangiamento in grigio e nero dell’artista James McNeill Whistler.

James McNeill Whistler, Arrangiamento in grigio e nero, ritratto n. 1, 1871

Antigrazioso di Umberto Boccioni.

Umberto Boccioni, Antigrazioso, 1912-13

Nel caso del ritratto di Teresa Catellani l’artista decide di non fare sperimentazione e da anacronista ammicca a quel momento straordinario di ritorno all’ordine, rievocando in chiave plastica la sintesi formale del Realiso Magico di Antonio Donghi, per esempio.

Antonio Donghi, Donna al Caffè,1931

Così la Madre di Catellani si erge solenne ma non austera, dal suo basamento osserva clemente i suoi spettatori con lo sguardo benevolo però non facciamo l’errore di sottovalutarla. La posa di questa donna le conferisce l’aspetto sacro di un simulacro, di qualcosa che va oltre la figura materna. I ferri incrociati con il lavoro a maglia richiamano senza indugi alle rappresentazioni degli dei egizi.

Osiride fra due nebridi. Tomba di Sennedjem XIX dinastia egizia. XIV secolo a.C.

Così intravede un aspetto importante della poetica di Nedo Azzini volta, senza preamboli al rispetto della donna. Così questa statua, straordinaria opera, non si configura più come il ritratto di una madre – quella del committente Diego Catellani – ma diventa il ritratto universale di tutte le madri e per estensione di tutte le donne, di tutte le mogli che circondano la nostra vita.

Con la sua semplicità ci richiama al messaggio che quando ci rivolgiamo a Teresa Catellani, ci rivolgiamo alle nostre donne, alle nostre amanti, alle nostre madri e alle nostre mogli.

cattellani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...