Rogier van der Weyden, Deposizione, 1433-1435

18 giugno: oggi ci lasciava Rogier Van der Weyden

Rogier van der Weyden, Autoritratto, 1435–1440Oggi moriva Rogier van der Weyden (Tournai, 1399 circa – Bruxelles, 18 giugno 1464), i francesi lo chiamano Rogier de la Pasture.

Rogier è stato uno dei pittori più raffinati del panorama pittorico fiammingo. Allievo di Robert Campin, il Maestro di Flémalle, iniziò la sua attività artistica in piena autonomia a Bruxelles già dal 1432 e a breve divenne il pittore ufficiale della città.

Dipinse prevalentemente ritratti della borghesia cittadina e dal 1450, in occasione del suo viaggio in Italia per il Giubileo, intrattenne rapporti con la Casa d’Este ed altri casati italiani come gli Sforza e i Medici. Sarà considerato secondo solo a Jan Van Eyck.

Il suo stile brillante, preciso e minuzioso, risentirà delle influenze del tardo gotico italiano di artisti come Pisanello, Gentile da Fabriano e Beato Angelico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...